Anonimo viennese: Diario di una giovinetta. Recensione di Daniela Gioffrè

Il “Diario di una giovinetta”, scritto da un’autrice rimasta anonima fino al 1922, venne pubblicato nel 1919 accompagnato da una lettera elogiativa di Freud del 1915, “il diario è un piccolo gioiello.

Davvero, io credo, sinora nessuno è mai riuscito a penetrare con una simile chiarezza e veridicità negli impulsi psichici che caratterizzano lo sviluppo di una fanciulla del nostro livello sociale e culturale negli anni della prepubertà”…

Continua a leggere