Richard e Piggle

Richard e Piggle
Studi psicoanalitici del bambino e dell’adolescente
(Il Pensiero Scientifico Editore)

La rivista RICHARD E PIGGLE, fondata nel 1993 , è uscita inizialmente con cadenza semestrale. Dall’anno 1996 la rivista viene pubblicata con cadenza quadrimestrale.
Diamo seguito all’editoriale del primo numero della rivista (n° 1, 1993). Il comitato direttivo di questo primo numero (1993) era composto da: V. Bonaminio, L. Carbone Tirelli, A. Giannotti, G. Milana.

Presentazione

Questa rivista si presenta ai lettori con un titolo che è certo ambizioso, ma in un senso diverso da quello che può forse apparire. Il riferimento a due classici della psicoanalisi infantile vuole sottolineare che è la situazione clinica psicoanalitica la fonte che genera i dati osservativi di base della psicoanalisi del bambino e dell’adolescente. Sicché il richiamo alle narrazioni dell’analisi di Richard e di Piggle intende definire la caratterizzazione della rivista di saldo ancoraggio alla dimensione del rapporto terapeutico e allude a un background metodologico e concettuale , ricco ed articolato e non ad una giustapposizione di due diversi indirizzi teorici e tecnici.
La politica culturale di Richard e Piggle dunque , al di là di qualsiasi eclettismo semplificativo, sarà orientata a raccogliere nell’ambito della tradizione della psicoanalisi, un ampio arco di resoconti clinici, contributi teorici e direzioni di ricerca per favorirne il confronto e stimolare il dibattito. L’intento è quello di contribuire a promuovere una crescita scientifica della psicoanalisi e della psicoterapia psicoanalitica del bambino e dell’adolescente.
Nel nostro panorama culturale sembrano sufficientemente maturi i tempi per raccogliere e far fruttare un intenso lavoro clinico e concettuale che è stato svolto negli ultimi quindici anni e che ha formato una nuova generazione di professionisti specificatamente dediti al lavoro clinico e terapeutico con i bambini e gli adolescenti.
Lo sviluppo notevole cui è andata incontro la psicoanalisi in Italia ha determinato, non diversamente da altri paesi europei, un atteggiamento più favorevole nei confronti della psicoanalisi infantile. Inoltre anche in Italia essa si è sviluppata prevalentemente in modo indipendente come psicoterapia psicoanalitica dell’infanzia e dell’adolescenza, e dalla metà degli anni settanta ha iniziato ad assumere una configurazione istituzionalizzata in termini di formazione.
Richard e Piggle, pur autonoma come impresa scientifica e culturale, si gioverà della collaborazione della Associazione Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica Infantile (A.I.P.P.I.) e della Società Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Infanzia e dell’Adolescenza (S.I.Ps.I.A.). A queste due società afferiscono gli psicoterapeuti qualificati rispettivamente presso il Corso di formazione secondo il modello Tavistock per l’A.I.P.P.I., e presso il Corso di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Età Evolutiva dell’Istituto di Neuropsichiatria Infantile dell’Università “La Sapienza” di Roma per la S.I.Ps.I.A.
D’altra parte, l’ampia e prestigiosa adesione al Comitato Scientifico testimonia dell’interesse, anche internazionale, che questo progetto ha ottenuto al di là degli orientamenti scolastici.
Contiamo di mantenere nel tempo questa ispirazione originaria e di lavorare insieme nell’attività teorica e clinica per sviluppare una tolleranza scientifica anche fra punti di vista diversi.

Il Comitato Direttivo